Ganimedònica. Seguito a «I deceduti di Carrapipa»

Ganimedònica. Seguito a «I deceduti di Carrapipa»

di Filadelfo Cirrone

Ganimedònica è scandito in due episodi (sparizione e rivelazione), dove si narra nel primo dell'indagine sulla sparizione di Ganimede e nel secondo della resa totale del Filosofo (colui che svelò la trama dei decessi di Carrapipa) che non riesce a sciogliere stavolta il nodo. Si può ritenere pertanto un seguito de' "I deceduti di Carrapipa" non solo per l'interconnessione della trama ma per il perno, che rimane Ganimede, simbolo della perpetua efebità e culmine dell'Opera Alchemica.