Biccari tra il 1870 e il 1931 ovvero storie di stupri, infanticidi, omicidi ed errori giudiziari. Vol. 1

Biccari tra il 1870 e il 1931 ovvero storie di stupri, infanticidi, omicidi ed errori giudiziari. Vol. 1

di Giuseppe Osvaldo Lucera

Leggere il processo penale relativo alla prima vicenda di questo volume, che ben analizza i protagonisti, non serve a capire i veri gangli nascosti, i veri rapporti e le varie situazioni date, che offrirono piazza, stanze, idee, ricorsi e opportunità tali, agli stessi attori principali. Questi seppero da un lato sopravvivere al loro operato e, dall'altro, in privato, ricorsero a stratagemmi e soluzioni appunto impensabili, e allora ecco che si scopre, o meglio si intuisce, ancorché dopo, che fu tutto maledettamente vero. Questo, naturalmente, è un giudizio di parte ed è molto circoscritto a ben determinati aspetti di quel dramma poiché generalizzare equivarrebbe unicamente a mettere in risalto, e a mio avviso anche in modo molto parziale, l'inefficienza e l'inefficacia dell'azione giudiziaria e quindi penale, della quale operazione salvo per intero soltanto l'operato del Pretore di Biccari del tempo.